Risultati delle elezioni Confronta elezioni
Andamento forze politiche Amministrazioni
 Normative in vigore 
 
Elezioni Europee
Elezioni Politiche
Voto a Domicilio e Scrutinio Elettronico
Elezioni Regionali
Elezioni Provinciali
Elezioni Comunali
Reati elettorali
Propaganda elettorale
Ordinamento degli enti locali
Riferimenti Legislativi
 
 Svolgimento delle votazioni 
 
Come si vota
Tessera elettorale
Assistenza al voto per disabili
FAQ
Riferimenti per informazioni
 
 LINK 
 
Parlamento Europeo
Ministero dell'Interno
Leggi elettorali
 
 

Qual'e' l'eta' in cui il cittadino può esercitare il diritto di voto?

Sono elettori tutti i cittadini italiani che abbiano compiuto il diciottesimo anno di età, mentre per  il  Senato della Repubblica è necessario aver compiuto venticinque anni. Nelle liste elettorali sono iscritti d'Ufficio i cittadini che, possedendo i requisiti per essere elettori e non essendo incorsi nella perdita definitiva o temporanea del diritto elettorale attivo, sono compresi nell'anagrafe della popolazione residente nel comune o nell'anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE).

Chi è escluso dal diritto di voto?


a)chi è stato dichiarato fallito finché dura lo stato di fallimento, fino al termine cinque anni dalla data della sentenza dichiarativa del fallimento;
b) coloro che sono stati sottoposti, in forza di provvedimenti definitivi, alle misure di prevenzione di cui all'articolo 3 della legge 27 dicembre 1956, n. 1423, come da ultimo modificato dall'articolo 4 della legge 3 agosto 1988, n. 327, finché durano gli effetti dei provvedimenti stessi;
c)chi è stato sottoposto a titolo definitivo, a misure di sicurezza detentive o alla libertà vigilata o al divieto di soggiorno in uno o più comuni o in una o più province, a norma dell'articolo 215 del codice penale, per tutta la durata dei provvedimenti;
d) chi è stato condannato a pena che importa la interdizione perpetua dai pubblici uffici;
e) chi è stato sottoposto all'interdizione temporanea dai pubblici uffici, fino al decorso del termine stabilito.

A quale età il cittadino può candidarsi ?

Cambia a  seconda del tipo di elezione:
-quaranta anni per l'elezione del Senato della Repubblica;
-venticinque anni per l'elezione della Camera dei Deputati e del Consiglio Regionale;
-diciotto anni per tutte le altre elezioni.

Requisiti per essere nominati Presidenti di seggio elettorale

 Presso la cancelleria di ciascuna Corte d'Appello è istituito l'albo delle persone idonee all'ufficio di presidente di seggio elettorale.Le iscrizioni nell'albo sono subordinate al possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria di secondo grado.Ai fini dell'aggiornamento periodico dell'albo, i cittadini iscritti nelle liste elettorali del comune, in possesso dei requisiti di idoneità, possono chiedere, entro il mese di ottobre di ogni anno, di essere inseriti nel predetto albo, presentando domanda scritta al sindaco.I nominativi dei richiedenti in possesso dei requisiti di idoneità e che non rientrano nelle categorie indicate dall'art. 38 del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 e dell'art. 23 del D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570, vengono successivamente comunicati alla cancelleria della Corte d'Appello per l'inclusione nell'albo.Art. 38 del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 ed art. 23 del D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570:Sono esclusi dalle funzioni di presidente di Ufficio elettorale di sezione, di scrutatore e di segretario:
1. chi ha superato il settantesimo anno di età alla data delle elezioni;
2. i dipendenti dei Ministeri dell'interno, delle poste e telecomunicazioni e dei trasporti;
3. gli appartenenti alle Forze armate in servizio;
4. i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti;
5. i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali;
6. i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.

Requisiti  per essere nominati scrutatori

La vigente normativa prevede che in ogni Comune della Repubblica sia tenuto un unico albo delle persone idonee all'ufficio di scrutatore di seggio elettorale, comprendente i nominativi degli elettori che presentano apposita domanda.A tal fine, entro il mese di ottobre di ogni anno, il Sindaco, con manifesto da affiggere nell'albo pretorio del Comune ed in altri luoghi pubblici, invita gli elettori che desiderano essere inseriti nell'albo a farne apposita domanda entro il mese di novembre.L'inclusione nell'albo è subordinata al possesso dei  seguenti requisiti:
a) essere elettore del Comune;
b) avere assolto gli obblighi scolastici. l'Ufficiale elettorale in occasione di ogni consultazione elettorale, nei Comuni con popolazione sino a 15.000 abitanti, ovvero la Commissione elettorale comunale, nei Comuni con popolazione pari o superiore ai 15.000 abitanti, procedono in pubblica adunanza:
a) al sorteggio, per ogni sezione elettorale del Comune, di un numero di nominativi compresi nell'albo degli scrutatori pari a quello occorrente;
b) alla formazione, per sorteggio, di una graduatoria di nominativi compresi nel predetto albo per sostituire, secondo l'ordine di estrazione, gli scrutatori sorteggiati a norma della lettera a) in caso di eventuale rinuncia o impedimento.Art. 38 del D.P.R. 30 marzo 1957, n. 361 ed art. 23 del D.P.R. 16 maggio 1960, n. 570:Sono esclusi dalle funzioni di presidente di Ufficio elettorale di sezione, di scrutatore e di segretario:
a) coloro che, alla data delle elezioni, abbiano superato il settantesimo anno di età;
b) i dipendenti dei Ministeri dell'interno, delle poste e telecomunicazioni e dei trasporti;
c) gli appartenenti alle Forze armate in servizio;
d) i medici provinciali, gli ufficiali sanitari ed i medici condotti;
e) i segretari comunali ed i dipendenti dei Comuni, addetti o comandati a prestare servizio presso gli Uffici elettorali comunali;
f) i candidati alle elezioni per le quali si svolge la votazione.